16 giugno, 2019

Il portale podistico
Le grandi manovre

Le grandi manovre

Pubblichiamo una mail giunta all’ account della federazione: Il quadro politico della nostra federazione sembra ristretto allo scontro
Arese-Giomi, con Parrinello per ora seduto in panchina a meditare su chi dei due offre di più, ma soprattutto chi dei due ha realmente più voti dell’altro. Ma per chi è avvezzo a seguire la politica federale c’è qualcosa che non torna, la sparizione ed il silenzio di Morini. L’impressione è che anche lui voglia giocare in contropiede, ora nel calcio per far vedere che non siamo più catenacciari si dice ripartenza. Certamente in questi anni Morini non è stato ben trattato dalla coppia Arese-Rossi, troppo spesso ha dovuto subire angherie ed ingoiare grossi rospi, lo ha fatto con signorilità, ma quando è troppo è troppo. Morini più che con Arese ce l’ha con Rossi, ma con l’ingresso di Parrinello come vicario non è sicuro di continuare

 ad essere lui l’altro vice presidente. Dal nostro punto di vista può stare tranquillo perchè è a tutti noto che anche se Arese è più in sintonia con Rossi, Morini ha i voti e Rossi no.
Per cui essendo Arese uomo non di sentimento, ma di affari, non impiegherà più di un secondo a buttare a mare Rossi e tenersi Morini. Quindi facendo due rapidi conti difficilmente vedremo Rossi sedere nel prossimo consiglio federale. Tornerà in Sardegna dove il presidente regionale Lai ha grossi problemi a tenere a bada un crescente ed interessante partito avverso. Ma Morini dei movimenti futuri di Arese non sa nulla, è noto che Arese non brilli per acume politico, e allora Morini è pericolosamente, per tutti,
seduto da parte a vedere cosa accade realmente. In effetti Morini è proprietario di un notevole serbatoio di voti e sarà difficile per
chiunque fare il presidente con lui contro. Quello che sappiamo è che Morini, nonostante il non buon trattamento ricevuto, per correttezza, che giudichiamo eccessiva, non si candiderà mai contro Arese, ma se nella conta dei voti risultasse che Arese è in difficoltà a raggiungere il 55%, il vero candidato contro Giomi sarebbe proprio Morini e per Giomi non ci sarebbe scampo. In effetti Morini dal punto di vista dei voti ne ha e ne attrae molti di più anche rispetto ad Arese. E’ giovane, ambizioso quanto basta, competente, ha i voti veri, perchè non dovrebbe e non potrebbe essere proprio lui il vero uomo nuovo per risollevare l’atletica?

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts