21 luglio, 2018

Il portale podistico
SALCUS e la “Quattro Passi par Montagnana”

SALCUS e la “Quattro Passi par Montagnana”

Ancora un grosso successo di partecipazione e di critica per la “Quattro Passi par Montagnana”, ludico motoria che arrivata alla sua 5^ edizione ha visto domenica mattina prendere il via sui percorsi da 7 – 11 – 16 e 21 km circa duemilatrecento podisti, dai runners che li hanno affrontato correndo di buona lena (soprattutto quelli  più lunghi), ai semplici camminatori che da soli o in gruppo con amici e familiari hanno magari optato per quelli più abbordabili al loro passo. Giornata che aveva tutte le premesse per essere considerata ideale per passare qualche ora all’aria aperta, temperatura sotto i venti gradi fino a oltre metà mattinata ed una fresca brezza ristoratrice ad accompagnare il passo. Sommando questo alla tipologia dei percorsi, itinerari che andavano ad interessare sia il centro storico che la fascia perimetrale esterna delle antiche mura col suo Vallo, tutto su sterrato inerbito e perfettamente rasato, per continuare nel polmone verde formato dal Parco del Fiumicello ed allungarsi poi sugli argini del Fiume Frassine – Guà, percorsi lungo i quali ogni circa due chilometri e mezzo c’era la possibilità di soffermarsi ad un punto ristoro abbondantemente rifornito, allietati da gruppi o fonti musicali, nonché il tratto a stretto contatto con la parte interna della cinta muraria, le condizioni per decretarne il successo c’erano tutte, e così è stato.

Già alle sette del mattino la grande piazza Vittorio Emanuele II che doveva ospitare il ritrovo e la partenza della manifestazione ha cominciato ad animarsi delle magliette multicolori dei partecipanti che si avvicinavano ai tavoli delle iscrizioni per prendere il cartellino e poi via finchè la fila sui tratti comuni ai quattro percorsi è diventata continua ed ininterrotta ed il personale adibito ai punti ristoro ha cominciato ad essere messo in difficoltà dal gran numero di podisti che si presentava senza ormai soluzione di continuità davanti ai tavoli predisposti dimostrando di gradire molto quanto veniva proposto,  soprattutto meloni ed angurie,  ma non sono state disdegnate di certo anche e le varie bevande ed un assaggio di soppressa con pane biscotto o coi grissini al ristoro del terzo chilometro: fortunatamente ai punti ristoro dove i partecipanti dei percorsi più lunghi passavano sia all’andata che al ritorno gli addetti erano in numero adeguato, riuscendo così ad accontentare tutti, anche se per un paio d’ore senza un attimo di respiro, per non parlare del ristoro finale preso letteralmente d’assalto per tutta la mattinata, col suo riso freddo, assaggi di pesce ed ancora melone, anguria, i classici alimenti dolci e tante bibite dissetanti: a tutti i bambini sul percorso era stato consegnato un buono gelato che alla fine hanno potuto gustare presso due gelaterie del centro storico.

E dopo la sosta al ristoro finale la possibilità per tutti coloro che ne avevano piacere di visitare quello che Montagnana può offrire dal punto di vista della sua storia, dall’imponente Mastio di Ezzelino alla Rocca degli Alberi, dal Duomo a tanti altri monumenti dal primo Medioevo fino alla Repubblica Veneziana e sembra che siano stati un buon numero coloro che hanno approfittato del servizio messo a disposizione dall’associazione Murabilia con le sue guide.

Venendo ai freddi numeri e detto già dell’ottimo risultato di partecipazione complessiva che ha visto un balzo di circa cinquecento unità rispetto all’ ultima edizione, parliamo anche dei Gruppi, Gruppi che invece si sono assestati a quarantuno (oltre a tre Gruppi scolastici) in rappresentanza soprattutto del territorio veronese e padovano, ma anche della provincia di Vicenza e Rovigo con la gradita visita di un Gruppo da Sassuolo (MO) ed uno dal Trentino: in questa classifica SALCUS ancora una volta è risultata seconda e ricordiamo che comunque ha collaborato anche quest’anno con molti suoi tesserati nei vari servizi Marcia.

Ha fatto piacere notare anche fra i partecipanti più di qualche runner con canotta recante i colori di Gruppi ferraresi, runners che a premiazione Gruppi ultimate, sono saliti sul palco per complimentarsi con l’organizzazione per quanto trovato e provato. Organizzatori che naturalmente si sono sentiti gratificati sia dai risultati che per le numerose attestazioni positive, stimolo per riproporsi anche per la sesta edizione.

Archiviata la Quattro Passi  guardiamo ai prossimi appuntamenti e per domenica prossima 1° luglio c’è solo l’imbarazzo della scelta su quali proporre d alla fine abbiamo scelto una pianeggiante e due in altura:

  • Nell'articolola 21^ “STRACEREA”, che il G.P. I Canguri organizza a Cerea (VR) su percorsi da 5, 8, 12 e 18 Km pianeggianti con adesioni entro mezzogiorno di sabato 30 giugno
  • la 21^  “Marcia dell’Amicizia” che il Gruppo Marciatori Gambugliano organizza in località Monte San Lorenzo a Gambugliano (VI) con quattro percorsi collinari da 6 – 11 – 18 e 25 Km.
  • la 12^ “Marcia Mittelwalt” organizzata dal Gruppo omonimo a Mezzaselva di Roana (VI) con percorsi montani da 6 – 12 – 22 – 32 – 42 Km.

Per queste ultime due adesioni entro le 18.00 di venerdì 29 giugno.

 

Buone corse e camminate a tutti.

 

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts