17 Settembre, 2019

Il portale podistico
Finisce agosto e comincia settembre

Finisce agosto e comincia settembre

Un fine settimana quello appena trascorso che ha segnato il passaggio fra il mese di agosto e quello di settembre contrassegnato ancora, almeno per quanto riguarda il nostro territorio, da giornate calde e con tasso umidità piuttosto alto. Questo però non ha rallentato il nostro essere sempre in movimento, anzi, abbiamo fatto l’amplein con un tre su tre, a cominciare da venerdì sera con la “Enotturna” di Soave, passando sabato pomeriggio per la “Su e Zo par le Banche” di Saguedo di Lendinara, per finire domenica con la “Corri alle Torri” di Salizzole e la “Sgambata Valdagnese” di Valdagno.   

Venerdì pomeriggio quindi siamo tornati fra le colline del Soave per partecipare alla 12^ edizione di quella che è diventata un classico fra le podistiche di fine agosto, la “Enotturna”, divisa fra ludico motoria e competitiva, con i suoi percorsi ad anello attorno al famoso Castello che si aprono ad ogni cambio di direzione su suggestivi panorami impreziositi dai colori forniti dal sole ormai al tramonto: percorsi ripetibili da 3 o 6 km (quest’ultimo aggiunto quest’anno per la prima volta)  con partenze della ludico motoria dalle ore 18:00 e percorribili illuminati fino alle 21:00. La bella serata estiva ha attirato un buon numero di partecipanti e la Piazza destinata a location per raduno e servizi è stata animata per almeno quattro ore da tutto un via vai di podisti in partenza, in transito ed in arrivo, sempre passando presso il grande e fornitissimo ristoro finale dove venivano elargite in quantità, oltre alle tradizionali bevande, porzioni di buona fresca anguria e di spaghetti: inutile dire quanto il tutto fosse apprezzato dai convenuti, bastava osservare la fila continua di podisti davanti ai tavoli predisposti dall’organizzatissimo personale volontario del Gruppo Valdalpone.   Alle venti e trenta precise poi partenza della competitiva con i suoi tre giri del percorso da tre km che ha visto impegnati oltre duecento atleti sostenuti ad ogni passaggio dall’incoraggiamento da tanti di coloro che avevano già portato a termine i loro sulla ludico motoria. Alla fine tanta soddisfazione espressa dai responsabili della manifestazione e premiazioni: per quanto riguarda espressamente la parte a cui eravamo interessati, sul tabellone di Gruppi se ne sono potuti leggere ventitre (pari alla scorsa edizione) ed ancora una volta SALCUS è figurata in settima posizione.

Non ancora smaltite dalle gambe le salite attorno al Castello di Soave, eccoci pronti al via nel pomeriggio di sabato alle diciassette in terra polesana, più precisamente a Saguedo di Lendinara, sui percorsi della “Su e Zo par le Banche”, che in parole povere sta’ a significare “Su e giù dagli argini”, in questo caso dell’Adige. Partenza quindi tutti assieme (cosa ormai rara per delle ludico motorie) per circa trecento partecipanti che pian piano si sono sgranati sui tre percorsi allestiti dal giovane Gruppo locale, percorsi da 5, 10 e 15 km che appunto andavano progressivamente ad interessare l’argine destro del Fiume ed il territorio subito prospiciente, con un continuo andamento ondulato per gran parte in mezzo al mezzo al verde, su stradine e sentieri campestri lontano dal traffico. Ottimamente organizzata a nostro giudizio sotto tutti i punti di vista, questa ludico motoria ha incontrato il consenso e l’apprezzamento dei podisti presenti, oltre che appunto per la tipologia dei percorsi, gradevoli e che sono andati a valorizzare quanto il territorio interessato poteva svelare, anche per l’ospitalità ed i servizi offerti dai volontari del Gruppo, in modo particolare per i numerosi punti ristoro, ben distribuiti e ricchi di quanto può essere richiesto in un caldo pomeriggio di fine agosto, cioè bevande fresche e frutta, dispensate in buona quantità. Un buon successo per una manifestazione del sabato giunta appena alla sua terza edizione, successo come detto soprattutto di critica, ma che potrebbe sinceramente avere più seguito se inserita in un calendario più appropriato per la sua tipologia, attirando così qualche Gruppo in più dal vicino territorio del basso veronese: comunque undici sono stati i Gruppi iscritti (quasi per la totalità appartenenti al Comitato Fiasp di Verona) con SALCUS ottima seconda.

E della serie non c’è due senza tre (o per meglio dire quattro), domenica mattina divisi in due Gruppi per partecipare ad una ludico motoria in pianura ed una in collina.  

La pianeggiante in programma per la giornata la giornata è stata la “Corri alle Torri” di Salizzole (VR), giunta alla sua dodicesima edizione e che negli anni si è ritagliata un suo spazio nel panorama ludico motorio, confermandosi fra le poche che hanno come obiettivo il devolvere il ricavato in beneficenza. Ottimamente organizzata dal locale Circolo Noi San Martino sugli ormai classici percorsi da 2, 5, 10 e 16 km, la manifestazione è riuscita ad attrarre circa millecinquecento partecipanti, in aumento rispetto all’ultima edizione caratterizzata dal maltempo, podisti che forse preoccupati dal possibile caldo hanno cominciato a  partire piuttosto presto la mattina, continuando poi fino ad oltre le nove quando già i primi erano arrivati e si accalcavano al ristoro finale. Percorsi ben segnalati e messi in sicurezza dove serviva dal personale volontario dell’organizzazione, una giusta collocazione dei punti ristoro, un lungo tratto di percorso disegnato fra estese coltivazioni di riso che faceva bella mostra delle sue spighe, questo hanno trovato i podisti sulla loro strada e questo hanno giustamente apprezzato. Da sottolineare come facciamo ogni anno che il percorso da 2 km era stato ancora una volta predisposto per partecipanti Diversamente Abili che non hanno fatto mancare la loro presenza assieme ai loro accompagnatori partendo tutti assieme alle otto e trenta ed alla fine tutti  individualmente premiati. Di pari passo con le presenze anche la lista dei Gruppi quest’anno è tornata leggermente ad allungarsi: trentanove i sodalizi presenti e fra questi SALCUS si è potuta leggere in diciassettesima posizione.  

I nostri prossimi appuntamenti per domenica 8 settembre saranno ancora una pianeggiante ed una collinare:

  • a Bovolone (VR) la 42^ “Marcia delle Valli Grandi Veronesi” organizzata dal G.M.P. Gli Sbandati su percorsi da 6, 9, 14 e 18 km pianeggianti: adesione al Gruppo entro le ore 12.00 di sabato.
  • Ad Arzignano (VI) la 47^ “Marcia del Villaggio”, organizzata dal Locale G.P. Monte Ortigara su percorsi da km 6, 12 e 22 collinari: qui l’adesione al Gruppo va data entro venerdì sera.

Buone corse e camminate a tutti.  

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts