26 Gennaio, 2022

Il portale podistico
Ufficioso risultato storico per la Salcus, martedì l’esito finale

Ufficioso risultato storico per la Salcus, martedì l’esito finale

Dopo una settimana gelida e nevosa su gran parte della penisola, la seconda prova dei CDS Fidal cross Veneto si è disputata regolarmente senza alcun inconveniente. L’area di Villa Bertoldi di Settimo di Pesscantina (VR) si è ancora prestata, come di consueto, da cornice per un tipico cross invernale. Dopo i risultati positivi della prima prova di Vittorio Veneto (TV) e con la qualificazione di diritto della squadra femminile, la Salcus è riuscita (in maniera ufficiosa al momento) a qualificare entrambe le squadre maschili, rispettivamente nel cross corto grazie alla presenza odierna di Massimo Tocchio (3° classificato assoluto), Michele Bedin (18°), Luca Favaro (25°), Paolo Vitali, Dante Tognotto, Aboulaala, Gimmy Visentin Filippo Leggiero e Mosè Fabbri,  e nel cross lungo con gli arrivi di Agostino Libanori, Stefano Correggioli, Michele Bombonati e Lorenzo Andreose. Molto probabilmente le classifiche ufficiali, in previsione della finale

 nazionale  il 4 marzo a Correggio (RE), usciranno nel corso della giornata di martedì sul sito della Fidal Veneto.

La gara del cross corto maschile ha visto ancora una volta protagonista l’atleta dell’Assindustria Sport Padova Antonio Garavello, sin dai primi metri ha preso il comando della gara e con il minimo sforzo ha vinto con 23″ di vantaggio sul trio appaiato composto da Diego Avon (Biotekna Marcon), Massimo Tocchio (Salcus) e Gabriele Fantasia. Anche quest’oggi grande prestazione e volata finale del ferrarese Tocchio, seppur cimentatosi in una disciplina non consona alle sue caratteristiche. Ottimo piazzamento nei primi venti anche per il nostro Vigile del Fuoco Michele Bedin, il quale è arrivato sul campo gara dopo un intenso lavoro notturno mirato all’emergenza neve. Sempre più in crescita il polesano Luca Favaro, 25° assoluto, a chiudere il terzo posto di società utile come punteggio finale.

Sorpresa dell’ultim’ora nel cross lungo maschile con la presenza del vincitore della Corrida di S.Geminiano a Modena, il keniano Daudi Makalla (New Foods Verona). Dopo i primi 2  km percorsi senza strappare, la “gazzella africana” ha progressivamete formato il vuoto dietro si sè, lasciando a circa 30″ Marco Spada (ANA Feltre) e Giancarlo Simion (Vittorio Veneto). Solo quarto posto per Simone Gobbo (San Rocco Venezia) dopo la brillante vittoria nella prima prova.

In campo femminile Silvia Sommaggio (Atl.Città di Padova) si impone nel cross lungo femminile,  mentre la rivale delle corse su strada Michela Zanatta (Biotekna Marcon) si è dovuta arrendere alla keniana Emily Chepkorir (New Foods Verona).

About The Author

Related posts