16 giugno, 2019

Il portale podistico
Dal radicchio di Casaleone agli orti di Lusia

Dal radicchio di Casaleone agli orti di Lusia

Altro fine settimana in cui le proposte per una bella sgambata in compagnia di certo non mancavano e la nostre scelte in tal senso ci hanno portati sabato pomeriggio nel veronese, a Casaleone, e domenica mattina nel rodigino, a Lusia.

Sabato a Casaleone, 8^ edizione della “Marcia del Radicchio”, organizzata all’interno della locale Fiera del Radicchio, con una affluenza che se non è stata da record per la manifestazione stessa poco ci manca: infatti già con largo anticipo rispetto a quello che era l’orario previsto per l’inizio delle partenze, fissato per le ore 14.30, tutta la zona adibita a parcheggio si era riempita e sui percorsi da 5 e 10 km la fila dei podisti si andava via via ingrossando fino a dare l’impressione di trovarsi in una comune marcia della domenica mattina. Ipotizzabile che la partecipazione si possa essere assestata attorno alle otto/novecento unità con buona soddisfazione da parte del Gruppo Podisti Casaleone che ha degnamente supportato dal punto di vista organizzativo i promotori dell’evento, la CO.VE.P.A.C., cioè il Comitato di Valorizzazione dei Prodotti Agricoli di Casaleone, che facendo fede alla sua mansione all’arrivo sotto lo stand della Fiera adibito a location di ritrovo, ha offerto un ottimo risotto al radicchio a tutti i partecipanti. Stesso filo logico ha legato il soggetto principe della Fiera alle premiazioni riservate ai Gruppi podistici iscritti: infatti i ventisei Gruppi presenti sul tabellone sono stati omaggiati con cassette confezionate di radicchio in numero a scalare in base alla loro posizione in classifica, classifica che ha visto SALCUS premiata all’ottavo gradino.

E domenica mattina dunque presenti a Lusia dove, organizzata dal locale A.S.D. Podisti San Valentino, era in programma la 7^ “Camminata di San Valentino” , ludico motoria con percorsi da 7, 13 e 20 Km (più una minimarcia per i più piccoli di 2,5 km): percorsi modificati rispetto alle edizioni precedenti ma comunque sempre pensati a valorizzare al meglio quanto questo territorio del medio Polesine addossato alla sponda destra dell’Adige può offrire a quanti, provenienti soprattutto dal veronese e dal padovano, ancora non hanno magari avuto modo di conoscere. Ecco allora il passaggio su strade e sterrati a vicino contatto sia con orti a pieno campo che con serre dove si produce una varietà ed una quantità di ortaggi a ciclo continuo in tutti i periodi dell’anno, produzioni sulle quali si basa gran parte dell’economia di questa parte della provincia rodigina e che hanno fatto conoscere il nome del piccolo centro polesano in tutta Italia ed all’estero, ciò grazie anche ad un’accurata organizzazione di partenze quotidiane di camion frigoriferi che arrivano a consegnare in ogni dove. Ma torniamo alla manifestazione in se stessa e dobbiamo parlare ancora una volta di una Marcia veramente ben organizzata, partendo dalla dislocazione del ritrovo, ampia e facilmente accessibile, alla curata segnaletica sui percorsi, ai numerosi punti ristoro ed all’adeguato impiego di addetti ai vari servizi: accurata organizzazione che è stata ricompensata con una buona risposta da parte dei podisti, in sostanzioso aumento rispetto a quanto visto nelle ultime edizioni, arrivando a pensare che alla fine il numero degli effettivi presenti possa essersi avvicinato alle milleduecento unità, quasi il doppio dell’ultima edizione. A conforto di questa sensazione c’è stata la densità della fila dei partecipanti sui percorsi, una fila multicolore che a tratti risultava senza soluzione di continuità anche per qualche centinaio di metri, oltre al personale addetto ai ristori testimoniante di un numero di passanti che a tratti li metteva in qualche difficoltà. Anche per quanto riguarda i Gruppi in classifica si è notato un incoraggiante balzo in avanti con una decina di sodalizi in più rispetto all’ultima edizione: cinquantacinque quest’anno e fra questi SALCUS è andata a conquistare una più che dignitosa settima posizione.

Domenica prossima, 3 Febbraio, saremo presenti alla 39^ “Caminada de San Biagio”, organizzata a Bovolone dal G.M.P. Gli Sbandati di Bovolone, con percorsi da km 3 – 6,5 – 10 – 14,5: adesioni al Gruppo entro mezzogiorno di sabato 2 Febbraio.

Buone corse e camminate a tutti

 

 

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts