14 Ottobre, 2019

Il portale podistico
Salcus a Rivadolmo e San Salvaro

Salcus a Rivadolmo e San Salvaro

Altra giornata dal tono prettamente primaverile e altro successo garantito per le ludico motorie in programma per questa domenica appena passata: infatti in entrambe quelle dove eravamo presenti la partecipazione ha raggiunto livelli più alti rispetto ai loro standard abituali.

Cominciando da quella in programma a Rivadolmo di Baone, 45^ edizione della “Passo di Fine Inverno”, una delle più longeve fra quelle organizzate sui Colli Euganei, i percorsi da 5, 13 e 21 km sono stati interessati a cominciare già dal mattino presto dalla presenza di oltre duemila podisti e le partenze sono continuate fino a metà mattinata con i classici gruppetti familiari e di amici che come spesso accade approfittano di questi eventi fuori porta per una bella passeggiata in compagnia. Il continuo salire e scendere sui crinali dei colli interessati dalla manifestazione, cioè quelli della zona sud ovest Euganea, il Gemola, il Fasolo ed il Sassonegro, hanno messo a dura prova il passo dei meno allenati, ma l’ambiente naturale attraversato, con i suoi boschi, oliveti e vigneti,  ed i panorami che di svolta in svolta si aprivano allo sguardo, ripagavano da soli la fatica fatta. A livello organizzativo possiamo parlare di una manifestazione nella norma, con una segnaletica abbastanza comprensibile ed una serie di punti ristoro appropriata: magari aver tolto qualche tratto di percorso asfaltato e sostituito con qualche sterrato in più, visto il territorio interessato, non sarebbe stato male, cosi forse si sarebbe potuto evitare il tratto in cui si incrociavano i partecipanti in andata con quelli di ritorno dopo l’abitato di Calaone sui due percorsi più lunghi. Comunque sono particolari che poi svaniscono e rimane il ricordo delle immagini più suggestive, immagini che decretano come sempre il successo di manifestazioni che riescono a durare negli anni a dispetto del tempo che passa. E ci sono stati anche i Gruppi a decretare come per gli anni passati il successo di questa manifestazione, Gruppi che sono venuti fin qua in rappresentanza di varie provincie, sia dal Veneto che dalla Lombardia e dall’Emilia: sessantacinque i sodalizi premiati con SALCUS chiamata in cinquantaquattresima posizione.

Anche  quella vissuta a San Salvaro di Urbana, dov’era in programma la 27^ edizione della “Caminada SU e ZO’ par la FRATA”, organizzata dall’ associazione A.C.R.I.S.S. in collaborazione con le altre associazioni locali, è stata una mattinata da ricordare: mattinata dal sapore primaverile con una temperatura ideale per un’ uscita all’aria aperta nel silenzio della campagna di questo territorio. Classici e collaudati percorsi da 5, 13 e 18 km quelli proposti dagli organizzatori, percorsi che per buona parte del loro tragitto sono disegnati sulle strade bianche e sterrate che corrono sopra gli argini, sia destro che sinistro, del fiume Fratta, fiume che caratterizza e attraversa tutto il territorio che fa da confine in queste zone fra le provincie di Padova e Verona, fiume che scorre a pochi passi da quel famoso Monastero di San Salvaro il cui giardino interno è usato come location per ritrovo, partenza e arrivo: alla fine circa milletrecento sono stati i podisti che si sono incamminati su questi percorsi, al di sopra appunto della media dell’evento, con logica comprensibile soddisfazione da parte di quanti si sono impegnati affinchè l’evento potesse avere vita. Da dire comunque che nulla viene dal caso e certi numeri, che in piccole realtà come questa assumono veramente assoluta rilevanza, sono frutto della dedizione e del lavoro svolto nelle edizioni precedenti, ed il frutto di questo lavoro, cioè ottima accoglienza e servizi adeguati, lascia nei partecipanti quel piacevole ricordo che li fa ritornare, e magari col passaparola fanno arrivare sempre qualcuno di nuovo a condividere quella che alla fine è pur sempre una festa dell’aggregazione e della sana amicizia. Inserita praticamente da sempre nel calendario FIASP del Comitato Territoriale di Verona, anche in questa edizione la “Caminada Su e Zò Par la Frata” ha potuto avvalersi del sostegno e presenza di trentasette Gruppi podistici, quasi tutti affiliati al Comitato stesso, in discreto aumento rispetto alle ultimi anni: sul tabellone della classifica fra  questi trentasette SALCUS si è ben inserita in nona posizione.

Per domenica prossima due sono le ludico motorie che andiamo a proporre:

A Bonavicina (VR) la 16^ edizione della “Caminada dei Tre Campanili in Festa” organizzata dal locale G.P. Tre Campanili con percorsi pianeggianti da km 6 – 9 – 14 e 20: iscrizione solo servizi € 1,50 oppure con riconoscimento € 3,00 (bottiglia vino Cabernet). Adesioni al Gruppo entro mezzogiorno di sabato 30 marzo.

A Selva di Montebello Vicentino (VI) la 5^ Marcia “Tra Visele e Olivari” organizzata da G.P. Montebello su percorsi pianeggianti e misto collinari da km 4,5 – 7 – 13 – 20 e 32: contributo partecipazione unico € 2,00 (3,00 per il percorso sa 32) solo servizi marcia. Adesioni al Gruppo tassative entro venerdì 29 marzo.

Buone corse e camminate a tutti.

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts