01 Aprile, 2020

Il portale podistico
Polisportiva Quadrilatero, 3 atleti alla Brescia no limits

Polisportiva Quadrilatero, 3 atleti alla Brescia no limits

Scritto da Paolo Callegari:Si è svolta domenica 3 luglio a Brescia la 3° edizione della “Brescia no limits”, una gara podistica di 20 km nella quale i partecipanti durante il percorso, durissimo, dovevano superare impegnativi ostacoli e venivano sottoposti a prove di sopravvivenza. Già dopo nemmeno 1km infatti si doveva superare una serie di ostacoli artificiali quali cavalletti di legno alti 3 metri, balle di paglia, tunnel da affrontare al passo del leopardo, salto della paglia infuocata. Poi il percorso si estendeva sulle colline adiacenti la città di Brescia con salite ai limiti delle possibilità con risalita del letto di un fiume in secca tra  il fondo roccioso e salti delle cascate di almeno 2 metri da scavalcare. Poi di nuovo per sentieri di bosco su e giù per le colline fino ad una rampa centenaria di 1000 scalini che porta quasi in cima prima si scendere a valle e attraversare una parte della città. Da qui scalata al castello che domina Brescia nel quale si doveva effettuare una prova di tiro a segno con la pistola e segare un

 legno da trasportare per 1 km. Nel mentre le concorrenti femminili venivano calate nel fossato 30m più in basso con una carrucola attaccata ad un cavo d’acciaio. La gara proseguiva poi fino ad un parco pubblico nel quale si affrontavano 2 ponti tibetani sui laghetti, un giro in canoa e l’attraversamento a piedi (o per chi voleva a nuoto) di un lago con l’acqua che arrivava all’altezza delle spalle con una fune che fungeva da guida alla quale aggrapparsi. Da qui si giungeva poi al traguardo affrontando nuovamente la serie di ostacoli artificiali già superati ad inizio gara.Per la polisportiva Quadrilatero erano in gara Paolo Callegari, Claudio Benini e Daniele Vassalli, tutti con l’obiettivo di giungere al termine senza troppo guardare alla classifica; per  i primi due il tempo impiegato è stato di 3 ore e 10’, Vassalli causa un punto critico del percorso in mezzo al bosco  che ha portato in errore una trentina di concorrenti ha dovuto ritirarsi per aver sbagliato sentiero.Alla gara hanno preso parte circa 300 atleti arrivati a Brescia da ogni parte d’Italia, suddivisi in singoli e squadre composte da tre persone di cui almeno una donna.La gara, da rivedere in alcuni punti, era solo alla 3° edizione ed ha sicuramente ampi margini di crescita; senza dubbio è una manifestazione che merita e che se perfezionata potrà divenire un punto di riferimento per coloro i quali amano affrontare gare un po’ fuori dai canoni e mettersi alla prova ai limiti delle proprie forze.

About The Author

Il Portale podistico www.salcus.it nasce con l’intento di diffondere le classifiche e le news podistiche sul web. Run is Life. GP Salcus

Related posts